Lettera dei Ministri Generali

Lettera della Conferenza della Famiglia Francescana
in preparazionea all'VIII Centenario
di approvazione della Regola


STAMPA

Comune di Assisi

 

San Francesco

La regola del santo giullare Di Gianluigi Pasquale

1209-2009: 800 anni fa Intervista a p. Paolo Fiasconaro, Segretario Generale OFM Conv. per il Capitolo Internazionale delle Stuoie 2009

 

Assisi - Roma, 15-18 Aprile 2009

Lettera di indizione del Capitolo

Capitolo Internazionale delle Stuoie 2009“...Siamo invitati tutti all’azione di grazia per il dono che Dio ha fatto a noi e alla sua Chiesa, chiamando i cristiani, per l’intercessione di Francesco e dei suoi compagni ad accogliere la totalità del Vangelo di Gesù Cristo per un nuovo vivere. Questo richiamo – la grazia delle origini – non ha cessato di risuonare, d’essere inteso, di esprimersi dentro la vita ed ecco dopo otto secoli raggiunge una folla innumerevole di uomini e di donne di ogni condizione e stato di vita.

...L’evento che ci apprestiamo a celebrare ci riguarda tutti: non possiamo viverlo ognuno per conto proprio!

È un invito ad entrare da subito nel rendimento di grazia... e nel progetto di Francesco e dei suoi frati di “vivere secondo il Vangelo di Gesù Cristo” approvato da papa Innocenzo III nel 1209. Noi abbiamo a distanza di otto secoli la grazia di essere gli eredi di questo progetto e il serio impegno di esserne i continuatori”

(dalla lettera della Conferenza della Famiglia Francescana in preparazione all’VIII Centenario. 29/XI/2006)

 

“Fratelli miei benedetti,
osserviamo la Regola
che abbiamo promesso
al Signore”

(S. Francesco)

 

“...Poi, compiuto il Capitolo
detto delle Stuoie
presso Santa Maria della Porziuncola,
al quale intervennero
cinquemila fratelli,
Santo Francesco confortandoli tutti
in bene e ammestrandoli
come dovessino iscampare
e sanza peccato
di questo mondo malvagio,
con la benedizione di Dio
e la sua
li mandò alle loro province tutti consolati
di letizia spirituale”
(FF, Fioretti 1848)